sabato 13 settembre 2008

E bravo Fini!

Oggi Fini ha risposto per le rime ai tentativi dei suoi "colonnelli" di riabilitare il fascismo, e l'ha fatto usando parole forti e coraggiose.
"Non si può equiparare chi stava da una parte e combatteva per una causa giusta di uguaglianza e libertà e chi, fatta salva la buonafede, stava dalla parte sbagliata." (...) "Chi è democratico, cioè si riconosce nei valori della libertà, dell'uguaglianza e della giustizia sociale, è antifascista." (...) "Quando ci si confronta con la storia serve la consapevolezza che un periodo storico va giudicato nel suo complesso, e il giudizio complessivo da parte della destra del periodo del fascismo storico, dal 1922 al 1945, deve essere negativo, in ragione della limitazione e poi della soppressione della libertà. Non possiamo prescindere dai dati storici, il passato non lo possiamo né ignorare, né mistificare."
Quindi complimenti a Fini per quanto detto oggi, anche se purtroppo c'è ancora chi - come Alemanno e La Russa - non la pensa così.

2 commenti:

MARCO AURELIO ha detto...

Ma non fa testo quello che dice un comunista come FINI!

Tommy ha detto...

Purtroppo la madre dei cretini è sempre incinta:
I giovani di An contro Fini
"Non saremo mai antifascisti"